8° Trofeo “Giovani Samurai”
Memorial Sardus Tronti

JUDO E FILATELIA SI INCONTRANO PER OMAGGIARE LA STORIA DEL CLUB

Foto dall'alto della sfilata di sabato 28(Ph. photo.play@libero.it)

Il Trofeo “Giovani Samurai” – Memorial Sardus Tronti è giunto alla sua ottava edizione. Anche quest’anno, oltre mille i judoka che, ripartiti equamente nelle due giornate di sabato 28 e domenica 29 maggio, hanno affollato il PalaBaldinelli di Osimo (AN) per prendere parte all’evento sportivo attestatosi come uno dei principali appuntamenti della stagione agonistica. Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Molise, Puglia, Toscana, Umbria, Veneto e ovviamente Marche sono le regioni di provenienza degli atleti partecipanti.
In questa edizione 2016 il Judo Club Sakura Osimo ASD, organizzatore del Trofeo, ha sperimentato un insolito binomio: Judo e Filatelia, per omaggiare la storia sessantennale della prima scuola di Judo marchigiana per fondazione. Così, nella stessa sede di gara, è stata allestita una mostra filatelica con centinaia di francobolli di pregio sul tema “Sport e Olimpiadi”. Ad arricchire ulteriormente il programma, la possibilità per collezionisti e curiosi di ricevere l’annullo filatelico speciale emesso per l’occasione da Poste Italiane e apposto su cartoline personalizzate del Sakura. La mostra – fortemente voluta dal Presidente del Sakura Carlo Carletti – si sposterà dal palasport al Palazzo Campana di Osimo, dove proseguirà per alcune settimane.
Veniamo ora al resoconto judoistico. Il sabato pomeriggio è stato interamente dedicato ai Preagonisti.

 

Il video del Judo Show

Come di consueto, la manifestazione si è aperta con l’esibizione di Judo Show ad opera dei giovani del Sakura Osimo; a seguire, la classica sfilata dei partecipanti in judogi, il canto dell’Inno nazionale e l’immancabile saluto d’inizio collettivo.
Poi, via ai combattimenti, che per circa quattro ore hanno impegnato senza interruzione alcuna le nove mini aree di gara. Nell’ordine, sono saliti sul tatami gli atleti e le atlete delle classi Bambini (2012/2009), Fanciulli (2008/2007) e Ragazzi (2006/2005): i primi si sono confrontati nella lotta in piedi e nella lotta a terra, separatamente; per i secondi e i terzi, invece, solo incontri in piedi con proseguimento a terra, come previsto dal circuito regionale “Gran Premio Giovanissimi 2016” di cui la tappa osimana rappresenta la seconda tappa. Non è stata stilata una classifica per società in base ai piazzamenti, ma sono state premiate le tre società più numerose: Polisportiva Senigallia (1°), Budo Center Jesi (2°) e Rappresentativa CSEN Abruzzo (3°), le quali hanno ritirato una coppa piena di caramelle.

A Dx. i premi dell'8° Trofeo, a Sx. un'azione di gara di Sabato 28 (Ph. photo.play@libero.it)


Domenica, invece, si è svolta la competizione individuale delle classi agonistiche Esordienti A (2004), Esordienti B (2003/2002), Cadetti (2001/1999), Juniores+Seniores (1998/1981), divisi per gruppi di cintura. Per quest’ultima classe la gara era valida come prova del “Gran Premio I-II-III Dan”, mentre per le altre tre classi ha aderito al circuito regionale “Gran Premio Marche 2016”. Più di sessanta le società sportive che si sono contese i premi in palio, ovvero coppa e cesto con prodotti tipici marchigiani; alla fine, su tutti ha prevalso la società di casa, che però ha deciso sportivamente di restare fuori classifica, per cui il podio finale è composto da Centro Kiai Riccione (1°), Judokan (2°), Rappresentativa CSEN Abruzzo (3°).
(è possibile scaricare tutte le classifiche in fondo all'articolo)

Domenica è andata in scena anche la competizione a squadre della classe Ragazzi, nella quale gli incontri individuali non contano come tali ma per il collettivo; una formula, questa della gara a squadre, non proprio ordinaria nell’ambito sportivo judoistico, ma sempre affascinante e coinvolgente. Quest’anno ben dodici squadre miste maschili e femminili si sono date battaglia per aggiudicarsi l’ambito Trofeo: alcune hanno gareggiato per i colori sociali, altre erano formate dall’unione di più società; ad ogni modo, sei sono state le regioni interessate: Abruzzo, Lazio, Marche, Puglia, Toscana, Umbria. Al termine della mattinata di combattimenti, sul gradino più alto del podio si è imposta la forte squadra The Champion Sermoneta, che in finale ha battuto I Poeti del Judo; terze pari merito le squadre Judo Yawara Porto Sant’Elpidio e UrbiCor (acronimo di Urbisaglia e Corato).

A Dx. I Sakurini con al collo la medaglia del Trofeo, aSx. Foto di gruppo per tutti i ragazzi del corso Piccoli Samurai

Per il Sakura Osimo, hanno conquistato la medaglia d’oro: Angelica Amantini, Elena Sofia Baleani, Francesco Castiello, Gabriele Cigolini, Luca D’Andreis, Davide Fusella, Federico Gaggiotti, Leonardo Gasparrini, Veronica Gasparrini, Lucrezia Liberati, Tommaso Lineri, Alessio Massacesi, Yuri Massacesi, Diletta Quattrini, Priscilla Quattrini, Filippo Sgrò, Margherita Spadoni, Erika Staffolani, Giorgia Teoli. Medaglia d’argento per: Daniele Braconi, Eleonora Cerino, Lorenzo D’Andreis, Lorenzo Eusebi, Christian Gaggiotti, Annalisa Gianfelici, Mattia Giuliodori, Nicola Giuliodori, Michele Ippoliti, Riccardo Lombardelli, Raul Almeida Monziani, Luca Murolo, Lorenzo Orlandoni, Vittoria Quattrini, Massimo Teoli. Medaglia di bronzo per: Flavio Massimo Andrenelli, Eleonora Braconi, Giovanni Cesarone, Pietro Coltrinari, Maicol Fagnani, Alessio Frontalini, Marco Giovanelli, Lorenza Giuliodori, Licia Lombardi, Elisa Mancini, Noemi Mazzieri, Michelangelo Mezzelani, Chiara Murolo, Tommaso Palazzo, Nicolò Paoloni, Mattia Proietti, Enrico Sgardi, Stefano Staffolani, Tommaso Taborro, Alessandro Valese, Gianmarco Vignoni, Danilo Villani, Andrea Vocino. Sfortunati, invece, Daniel Buda, Nicola Di Renzo Mannino, Stefano Di Renzo Mannino, Nawfal Lakrakche, Walter Lasca, Nicolae Olari, Tecla Quattrini, i quali non sono riusciti a salire sul podio.

Un'azione di gara di Domenica 29 (Ph. photo.play@libero.it)


Numerose le Autorità sportive e civili che nelle due giornate hanno portato il saluto delle Istituzioni che rappresentano: il Delegato Provinciale del CONI Ancona Fabio Luna, il Presidente del C.R. Marche FIJLKAM Ulrico Agnati ed il suo Vice per il settore Judo Claudio Verdini, il Sindaco di Osimo Simone Pugnaloni e l’Assessore allo Sport Alex Andreoli. A tutti loro va un ringraziamento sentito per il sostegno e per l’attenzione che hanno rivolto a questa manifestazione.
Un grazie speciale va alla Signora Tronti che, con generosità, è costantemente al fianco del Club in questa iniziativa intitolata alla memoria del marito. Un ringraziamento è doveroso per tutti gli Sponsor che, con il loro supporto, hanno reso concretamente realizzabile l’evento. Un grazie va anche a tutti gli amici Tecnici che, gratuitamente, hanno diretto gli incontri del sabato, nonché agli Ufficiali di Gara cui si deve il regolare svolgimento della gara della domenica. Ancora, una menzione particolare per le Dottoresse e per i volontari della Croce Rossa Italiana – Comitato Locale di Osimo, per il loro prezioso servizio.
Infine, il grazie più grande va a tutti i collaboratori: adulti e piccini, intere famiglie e giovani ragazzi che hanno dedicato il proprio tempo e le braccia alla “causa”; senza il loro prezioso aiuto, il successo della manifestazione sarebbe solo un miraggio.

Clicca qui per scaricare tutte le classifiche dell' 8° Trofeo Giovani Samurai

MARGHERITA SPADONI E' BRONZO AI TRICOLORI UNDER 15


(Ph. Maghe - www.facebook.com/judokaitaliani)

Ancora un piazzamento di prestigio per il Judo Club Sakura Osimo ASD che a Ostia Lido, in occasionedei Campionati Italiani Esordienti B FIJLKAM 2016, ha visto una giovanissima judoka osimana conquistare il suo primo podio nazionale.

Domenica 5 giugno 2016, a sei mesi esatti dal bronzo di Mattia Proietti nella stessa manifestazione, Margherita Spadoni (classe 2002) bissa questo importante risultato classificandosi al 3° posto nella categoria di peso al limite dei 52 kg, tradizionalmente una delle più partecipate in ambito femminile.

Margherita sul podio del Palapellicone

L'arena federale PalaPellicone (il tempio del Judo in Italia) ancora una volta è stato il palcoscenico di questa grande impresa per il Sakura, la seconda nella stagione agonistica 2015/2016. Qualificata alle finali nazionali tramite Ranking List, Margherita ha intrapreso la sua gara partendo dalla posizione del tabellone riservata alla testa di serie numero quattro, con l'onore e l'onere di dimostrare di essere fra le migliori della sua categoria. Ma la giovane portacolori del Sakura non si è affatto lasciata intimorire da questa responsabilità: concentrata e determinata, ha imposto il suo Judo alle avversarie campane Monda e Guarino e poi ancora alla friulana Sirotti, prima di cedere di misura nella semifinale alla forte atleta laziale Frosoni (poi vincitrice del titolo). Nella finale per il terzo posto Margherita ha poi superato la piemontese Zago, vincendo così la tanto sognata medaglia raffigurante il judoka vittorioso abraccia alzate.

A Dx. Margherita con l'istruttore Tiziana Lazzari, a Sx. Per Margherita foto di gruppo con i compagni di allenamento

«Un risultato – afferma la ragazza – che mi sono impegnata a raggiungere per la palestra, perla mia famiglia e per me stessa».

Da sottolineare che negli incontri vinti Margherita ha marcato wazari o ippon (i punteggi massimi) senza subire alcun vantaggio contro, mentre nell'unica sconfitta ha perso solamente per due sanzioni. Con questa brillante prestazione, Margherita ha confermato di appartenere di diritto al quartetto delle più forti in Italia nella sua categoria, ma soprattutto ha messo in luce qualità caratteriali e tecniche che sinora erano rimaste parzialmente nascoste: grinta, volontà di far bene, sicurezza e un talento innato che fanno di lei una ragazza super!

Grande soddisfazione ed emozione per gli Istruttori tecnici Tiziana Lazzari e Carlo Pasqualini che seguono Margherita negli allenamenti quotidiani e nelle gare in giro per l'Italia ormai da diversi anni, sin da quando da piccolina ha indossato il judogi per la prima volta. Congratulazioni anche da parte della Dirigenza del Club e di tutti i Soci, compresi i compagni di allenamento che con Margherita condividono sacrifici e successi.

Il giorno prima si è svolta anche la gara maschile: sfortunato Nicola Giuliodori (-55 kg), fermatosi al primo incontro e non più recuperato; buona prova, invece, quella di Davide Fusella (-60 kg), che con tre vittorie e due sconfitte ha raggiunto un buon decimo posto.

I risultati ottenuti, comunque, sono più che positivi, considerando che per tutti e tre i ragazzi si trattava della prima esperienza ad un Campionato nazionale.

 

logo

JUDO

 

FREE BODY DYNAMIC

 

SALA PESI E CARDIO

 

SPINNING

 

 

DONA IL TUO 5X1000!

CLICCA QUI E SOSTIENI LA NOSTRA ASSOCIAZIONE

 

 

STELLA DI BRONZO AL MERITO SPORTIVO DEL C.O.N.I

STELLA

 

SOCIETA' AFFILIATA

FIJLKAM

 

FIPE

 

Centro C.A.S. (Centro Avviamento
allo Sport) autorizzazione
rilasciata dal C.O.N.I.
n. MANA 0182I

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A.S.D JUDO CLUB SAKURA OSIMO

www.judosakuraosimo.it

email: judogisakura@tiscali.it

cell: 331/6019499 Beniamino

339/4330704 Tiziana

335/5972189 Carlo